comunicato stampa * 08/11/2017
Raccolte in 2 supermercati Coop di Milano quasi due tonnellate di vecchi cellulari e piccoli elettrodomestici

Grazie a un progetto pilota di Amsa, Stena Technoworld, Coop Lombardia e Ecodom si recupera il “tesoro” di questi apparecchi dismessi: le materie prime “critiche” come cobalto, platino, palladio, rodio e rutenio

 

     Raccolte in pochi mesi in 2 supermercati Coop di Milano quasi due tonnellate di vecchi cellulari e piccoli elettrodomestici esausti (videogiochi, videocamere, ferri da stiro, tastiere per computer, cavi elettrici, mouse, asciugacapelli, radio, torce elettriche, lettori cd e dvd, caricabatterie, ecc.). La raccolta di piccoli RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) nei due supermercati COOP di via Palmanova e nel centro La Torre di via Gozzoli proseguirà fino al prossimo 31 dicembre.

L’iniziativa, avviata da Ecodom in collaborazione con AMSA e COOP Lombardia, fa parte del progetto europeo CRM (Critical Raw Material) CLOSED LOOP RECOVERY finalizzato a incrementare il tasso di recupero delle materie prime critiche dai RAEE, promosso da WRAP con il contributo LIFE della Comunità Europea e la partnership di Ecodom.

Ogni settimana i cassonetti pieni di piccoli RAEE vengono ritirati da STENA Technoworld e portati in uno dei più avanzati impianti italiani per recuperare i materiali critici.

Dentro i piccoli elettrodomestici giunti a fine vita si possono recuperare alcune delle 27 materie prime “critiche” (ad esempio antimonio, berillio, cobalto, fluorite, indio e gallio), così definite perché di difficile reperimento in natura e con una notevole importanza economica. Hanno un ruolo fondamentale in moltissimi settori, dall’aeronautica, all’elettronica di consumo alle energie rinnovabili, dall’eolico al fotovoltaico. Qualche esempio: l’indio e il gallio sono impiegati nei moduli solari a film sottile e nei microonde, la grafite e il cobalto nelle batterie allo ione di litio di cellulari, PC e tablet, il palladio nelle tv a schermo piatto. La Cina risulta essere il Paese con più offerta mondiale, il Brasile ha la maggiore produzione di niobio, il Congo di cobalto, gli Stati Uniti il berillio e l’elio. La produzione di metalli del gruppo del platino si concentra in Russia (palladio) e Sud Africa (iridio, platino, rodio e rutenio). Tra le materie prime meno sostituibili si trovano la fosforite, il berillio e il germanio.