comunicato stampa * 20/02/2018
Puglia all'11mo posto per la quantità di rifiuti elettrici e elettronici gestiti da Ecodom: il 2,7% sul totale Italia

PUGLIA ALL’11° POSTO PER LA QUANTITA’ DI RIFIUTI ELETTRICI

ED ELETTRONICI GESTITI DA ECODOM:

IL 2,7% SUL TOTALE ITALIA

 

Lecce e Bari le province con più tonnellate di RAEE gestite nel 2017

La Puglia è all’undicesimo posto in Italia nella graduatoria delle quantità di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) gestiti da Ecodom nel 2017. È quanto emerge dai dati diffusi dal principale Consorzio italiano di riciclo dei RAEE: 2.795 tonnellate, di cui 1.829 del Raggruppamento R1 (frigoriferi, congelatori, grandi elettrodomestici per la refrigerazione, la conservazione e il deposito di alimenti) e 947 di R2 (lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, forni, cappe, stufe elettriche, boiler, microonde ecc).

Le restanti 19 tonnellate fanno parte dei Raggruppamenti R3 (TV e monitor) e R4 (aspirapolvere, ferri da stiro, frullatori, computer, cellulari ecc.). Delle 2.795 tonnellate gestite da Ecodom, che corrispondono al peso di 6 Freccia Rossa 1000 da 8 carrozze, sono stati ricavate 1.700 tonnellate di ferro, 69 tonnellate di alluminio, 59 tonnellate di rame e 329 tonnellate di plastica. Il corretto trattamento di questa tipologia di rifuti ha permesso di risparmiare di  3.681.137 kWh di energia elettrica e di evitare l’emissione in atmosfera di 39.061 tonnellate di anidride carbonica.

 “Le 2.795 tonnellate gestite in Puglia da Ecodom rappresentano il 2,7% dei RAEE complessivamente trattati in Italia dal Consorzio, che quest’anno ha toccato un importante traguardo superando le 100 mila tonnellate” – afferma Giorgio Arienti, Direttore Generale di Ecodom. “Nelle abitazioni degli italiani ci sono ancora moltissime apparecchiature non più funzionanti come videoregistratori, cellulari, asciugacapelli, frullatori, carica batterie … che potrebbero essere smaltite correttamente e incrementare la raccolta. Da aprile 2016 – continua Arienti – è possibile conferire gratuitamente i piccoli elettrodomestici dismessi presso i punti vendita, senza alcun obbligo di acquisto. Soltanto il 18% degli italiani, però, ne è a conoscenza.”

Le province della Puglia. Il podio delle province pugliesi nella graduatoria dei RAEE gestiti da Ecodom nel 2017 è occupato da Lecce (1.124 tonnellate), Bari (779 tonnellate) e Brindisi (394 tonnellate). Seguono Foggia (272 tonnellate), Taranto (129 tonnellate) e Barletta-Andria-Trani (97 tonnellate).

Una fotografia dei risultati di Ecodom in Italia. I RAEE gestiti da Ecodom in Puglia rappresentano il 2,7% del totale fatto registrare in tutta Italia dal Consorzio, che nel 2017 ha raccolto 105.066 tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici: una cifra pari al peso di 231 Freccia Rossa 1000 da 8 carrozze, oppure di 291 Airbus A380. Le regioni in cui Ecodom ha ottenuto i migliori risultati sono la Lombardia (20.146 tonnellate), l’Emilia Romagna (13.281 tonnellate) e la Toscana (9.776 tonnellate), mentre in fondo alla classifica 2017 si trovano Molise, Valle D’Aosta e Basilicata.

Ecodom - Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Elettrodomestici - è il Sistema Collettivo nazionale che gestisce, senza fini di lucro, il trasporto e il trattamento dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Costituito nel 2004 su base volontaria dai principali produttori di grandi elettrodomestici, cappe e scalda-acqua operanti nel mercato italiano, Ecodom ha l’obiettivo fondamentale di evitare la dispersione di sostanze inquinanti nell’ambiente e massimizzare il recupero dei materiali da reinserire nel ciclo produttivo, nel rispetto della normativa in materia (D. Lgs. 49/2014). Ecodom gestisce i RAEE provenienti dai nuclei domestici di tutti i Raggruppamenti - R1 (frigoriferi e condizionatori), R2 (lavatrici, lavastoviglie, cappe, forni, scalda-acqua), R3 (TV e monitor), R4 (piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo, informatica, apparecchi di illuminazione) e R5 (sorgenti luminose).

www.ecodom.it

Ufficio stampa Ecodom - SEC - strategy ● pr ● advocacy

Elena Castellini

T. +39 02.6249991

M. +39 335.6271787

castellini@secrp.com