News * 30/07/2019
I numeri di Ecodom crescono nel primo semestre 2019

Il Consorzio presenta i dati operativi relativi al periodo gennaio-giugno, che fanno segnare un trend positivo rispetto al 2018. Aumentano le quantità di RAEE gestiti, di materie riciclate e di emissioni evitate

Più RAEE gestiti, più materie prime seconde riciclate, più emissioni nocive evitate. Il lavoro di Ecodom per l’Ambiente produce risultati sempre più importanti. Lo rivelano i dati operativi del Consorzio relativi al primo semestre 2019, che segnano numeri in costante crescita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il trend positivo è generale e, oltre alle quantità di RAEE, Materie Prime Seconde ed emissioni, coinvolge altri importanti indicatori come i dati geografici di raccolta e quelli sull’efficienza logistica del nostro sistema consortile.

Le quantità di RAEE gestite nel primo semestre 2019

Da gennaio a giugno del 2019, Ecodom ha gestito 55.807 tonnellate di RAEE, un dato in netta crescita rispetto al corrispondente valore del 2018, pari a 49.521 t. Primo, in termini di peso gestito tra i Raggruppamenti, resta R2 (Grandi Bianchi) con 35.461 tonnellate (erano 31.949 nel 2018). Seguono i Raggruppamenti R1 (Apparecchiature Refrigeranti) con 17.266 t (16.470); R3 (TV e Monitor) con 1.592 t (433) e R4 (Apparecchiature illuminanti) con 1.486 t (434). Unica flessione registrata è quella relativa al Raggruppamento R5 (Sorgenti luminose) con una tonnellata, rispetto alle tre gestite nel 2018.

I materiali riciclati e le emissioni evitate

Ecodom cresce anche per quanto riguarda la quantità di MPS riciclate. Nel primo semestre 2019 sono state recuperate 32.351 tonnellate di ferro (erano 29.806 t nel 2018), 6.195 t di plastica (4.964), 1.123 t di rame (963) e 1.005 t di alluminio (900).

Buone notizie anche sul fronte del taglio alle emissioni con 382mila le tonnellate di CO2 risparmiate grazie al lavoro di Ecodom nel primo semestre del 2019. Il dato è in crescita dell’8,5% rispetto allo stesso periodo del 2018, quando la quantità di anidride carbonica risparmiata all'ambiente è stata di 353mila tonnellate.

Le quantità gestite per Regione

Anche a livello geografico si conferma il trend positivo dell’operatività di Ecodom. Fra le macroregioni è ancora il Nord a guidare la classifica di RAEE gestiti, con 31.642 tonnellate nei primi sei mesi del 2019 (erano 27.600 nel 2018). Seguono il Centro Italia con 12.158 t (10.633), e il Sud e le Isole con 12.006 t (11.288). Fra le Regioni, la Lombardia si conferma al primo posto per quantitativi assoluti raccolti con 10.803 tonnellate. Sul versante della raccolta pro-capite di Ecodom, la media nazionale del primo semestre del 2019 è di 0,92 chilogrammi ad abitante. La Valle d’Aosta è prima Regione con un quantitativo raccolto pari a 2,35 chilogrammi ad abitante, mentre ultima arriva la Puglia con una media di 0,42 kg/ab, preceduta dalla Calabria (0,43 kg/ab) e dalla Campania (0,48 kg/ab).

Il numero dei trasporti e la puntualità delle prestazioni

Ecodom segna un primo semestre positivo anche nel settore della logistica, raggiungendo livelli di servizio che comprovano la nostra fedeltà al valore dell’efficienza. Il numero dei trasporti gestiti dal Consorzio da gennaio a giugno sale a 23.915, contro i 21.259 dello stesso periodo del 2018. Invariata, rispetto al primo semestre 2018, è la percentuale dei ritiri dalle isole ecologiche effettuati in orario, che si conferma al 99% (misurato secondo quanto previsto dall’accordo ANCI – CdC RAEE).