News * 30/05/2017
Ecodom racconta a Mosca il sistema RAEE italiano

Dal 15 al 19 maggio 2017 Ecodom ha partecipato all’E-waste Academy - Managers Edition (EWAM), il seminario finanziato dal Ministero dell’Ambiente tedesco e indirizzato ai policy makers e agli operatori impegnati nella definizione e nell'implementazione di sistemi di gestione dei RAEE nei Paesi dell’ex Unione Sovietica.

Mosca ha accolto 35 attori del settore, tra politici, funzionari governativi ed esponenti di piccole e medie imprese, per un workshop intensivo di 5 giorni dedicato alla condivisione delle migliori pratiche esistenti in Europa e all’esame delle criticità incontrate nello start up dei Sistemi EPR (Extended Producers’ Responsibility) di gestione dei RAEE: obiettivo di questo lavoro è la creazione di reti permanenti tra i vari soggetti interessati e la definizione di una roadmap da attuare nei diversi Paese partecipanti.

Nella seconda giornata, dedicata agli aspetti normativi e ai Sistemi Collettivi, la discussione è stata aperta dalle presentazioni di Giorgio Arienti, Direttore Generale, e di Luca Campadello, Projects & Researches Manager di Ecodom, che hanno raccontato la particolarità dell’esperienza italiana, che ha saputo coniugare un servizio capillare sull’intero territorio nazionale con un sistema competitivo orientato al continuo miglioramento dell’efficienza.

Nel suo intervento Giorgio Arienti ha illustrato dapprima le possibili declinazioni del concetto di “responsabilità estesa dei Produttori” e il ruolo del Centro di Coordinamento RAEE a garanzia di una “fair competition”, soffermandosi poi sul modello operativo adottato da Ecodom per garantire al tempo stesso eccellenza ambientale ed efficienza economica nel trattamento dei RAEE.

Altro importante tema affrontato è stata la necessità di creare un “leveled playing field” tra tutti i soggetti che si occupano del trattamento dei RAEE. Luca Campadello ha spiegato il sistema di verifica delle perfomances ambientali utilizzato da Ecodom e ha raccontato le tappe del progetto WEEELabex, sottolineando come sia indispensabile rendere obbligatorio per legge il rispetto di elevati standard di qualità, definire una modalità approfondita di verifica del rispetto di tali standard e affidare tali verifiche ad auditor qualificati.