News * 01/08/2017
Avviato a Berlino il progetto PolyCE

Ha preso il via a Berlino PolyCE, il progetto finanziato dall’Unione Europea nell’ambito della call Industry 2020 in the Circular Economy del Programma per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020, dedicato alla ri-progettazione dell’intera filiera della plastica presente nei RAEE, dalla produzione al riciclo, nell’ottica dell’economia circolare.

PolyCE punta a sviluppare soluzioni innovative in termini di efficienza delle risorse e a rappresentare un modello per una ri-industrializzazione sostenibile del settore degli elettrodomestici.

Il meeting, che si è tenuto il 12 e 13 giugno 2017 nella sede di Berlino del Fraunhofer Institut, la più grande organizzazione di ricerca applicata in Europa, ha permesso a Ecodom di tornare a confrontarsi con gli altri 19 partner del progetto (4 industrie, 6 PMI, 1 società di consulenza, 1 ONG e 7 università e istituti di ricerca), rappresentativi di 9 Paesi europei, per la definizione e la programmazione delle attività che saranno sviluppate nei prossimi 4 anni. Nell’ambito del progetto Ecodom avrà un ruolo chiave con la realizzazione di attività dimostrative per la gestione dei RAEE secondo logiche e modalità innovative.

L’incontro di Berlino, presenziato anche dal Project Officer della Comunità Europea, è stato strutturato in tavoli tecnici e sessioni plenarie per condividere la pianificazione degli interventi previsti per le 10 aree di attività in cui è strutturato il progetto, chiamate Work Packages. Tra queste, la mappatura della filiera della plastica, il coinvolgimento degli stakeholder, la realizzazione delle azioni dimostrative che riguardano l’intera filiera dai produttori ai riciclatori e la comunicazione dei benefici e dei risultati ottenuti dal progetto.

Ecodom, in quanto leader del Work Package 3 Improve after use management of WEEE post-consumer plastics, ha coordinato un tavolo tecnico con Luca Campadello, Projects & Researches Manager del Consorzio.

“Per Ecodom - dichiara Campadello - questa fase di kick off del progetto è stata particolamente stimolante, perchè ci ha permesso ancora una volta di confrontarci con coloro che hanno vivo interesse nello sviluppare iniziative di eccellenza e innovazione nella filiera della plastica: dai ricercatori ai progettisti di AEE fino ai riciclatori e ai compounder.

Nei primi 12 mesi di PolyCE le principali azioni programmate dai partner saranno relative al coinvolgimento degli stakeholder della filiera della plastica, alla dettagliata mappatura dei flussi della filiera e alla verifica degli ostacoli e delle opportunità per lo sviluppo di modelli di circular economy nell’ambito del sistema dei RAEE. Il prossimo appuntamento di confronto per i ricercatori di PolyCE si terrà nel prossimo mese di febbraio a Milano e sarà organizzato e coordinato proprio da Ecodom”.